11 febbraio 2011

sempre all'ultimo...

domani parto.
domani mattina vado al al lavoro e alle 13 mi dirigo verso l'aeroporto.
domani. appunto.
stasera, avrei dovuto guardare verso la porta di casa e vedere una valigia pronta per 7 giorni di shopping londinesi. poi, voltandomi avrei dovuto vedere una casa pronta al riposo di una settimana.
avrei. dovuto.
sto scrivendo qua, ho due pile di panni che mi stanno dicendo "allora? ci vuoi infilare in lavatrice o no?"
scuri e colorati. neanche a dirlo i colorati sono quelli più ciacolanti... una vocina all'unisono quasi fastidiosa... ma è in sottofondo...
la casa... che dire... sembra un pò un campo di raccolta differenziata... tutto in ordine... plastica carta e umido... lo chiamano umido, a me sembra più un blob... comunque, l'amiu lo definisce così, che dire, adeguiamoci... sono li che mi guardano e sussurrano, anche loro sussurrano, "ciccia, i bidoni sono proprio qua fuori... ce lo facciamo un giretto veloce? che i gatti si stanno per appropriare indebitamente del nostro contenuto"... ho gatti che fanno esproprio proletari, non poteva essere altrimenti...
domani Londra. fico. l'unica cosa pronta è l'adattatore per il portatile... andiamo bene... stamattina mi ero preparata mentalmente una lunghissima lista di cose da fare prima di partire... ho spuntato solo il recupero dell'ennesima presa britannica... spariscono, si dileguano appena tocco nuovamente il suolo italiano... il giorno che trasloco verrò sommersa da prese buffe britanniche... per il momento, continuo a comprarne una a viaggio e la loro reperibilità non è neanche così alla mano... va bè, mi fissa dalla scrivania... lei è pronta a partire, io un pò meno... però adesso chiudo qua, mi alzo e vado almeno a  mettere a tacere i panni colorati... magari porto anche la valigia iin camera e apro l'armadio.. giusto per non trovarmi domani mattina all'alba delle 6 che fisso nervosamente il mobile bianco che contiene i miei vestiti e lancio cose non ben definite dentro ad una valigia... giusto quelle cose per cui arrivi e ti rendi conto che hai portato solo cose che non metteresti mai perchè non è stagione e hai lasciato il fondamentale sul letto, accanto a dove soggiornava la valigia...
ma ce la posso fare...
il giorno prima della partenza è sempre una gran confusione... tanto sono donna, è normale che ci si riduca sempre all'ultimo istante utile...
al tre:
uno...
... due...
     ... due e un pochetto....
          ... due quasi tre.....
                        .... due ma c'è ancora tempo...
                                                                 .... su dai fai la persona seria.....
          TRE!
ci sentiamo dalla Londra by winter...