19 febbraio 2013

MoVimento 5 stelle: perchè mi fa paura

ne parlano tutti. nel bene  o nel male. il comico che riempie le piazze. il comico che va contro il sistema. il comico che usa vaff... come intercalare. il comico che urla per farsi ascoltare. il comico che non è il leader del suo movimento. e partiamo dal leader che... verrà eletto dal presidente della repubblica... ok ma con che criterio? voglio dire, berlusconi, bersani, monti, per quanto discutibili, si sono fatti rappresentanti, portavoci e si sono presi la responsabilità di guidare i loro rispettivi partiti e a rappresentare i loro elettori. grillo no. qua avremo un presidente del consiglio, che ci rappresenterà anche all'estero, nel parlamento europeo, che io, elettore, non ho idea ne di chi sarà ne con criterio verrà scelto. e va be su questo per il momento posso soprassedere e rimandare ad altri giorni il dubbio... poi apro internet e leggo il tanto pubblicizzato programma "fatto dal popolo per il popolo"... grande idea. sulla carta, perchè se poi lo vado a leggere, come dire, rabbrividisco e ho il terrore quando arrivo alla fine. perchè è geniale. come ogni buon programma elettorale fa promesse che non si sa bene come poi monetariamente manterrà, perchè focalizziamo che la matematica, le addizioni e sottrazioni, o, come direbbe la mia insegnante di ragioneria, le colonne entrate uscite, non sono un'opinione. sono a politiche, 2+2 fa comunque 4, rosso o nero, il risultato quello resta...  la cosa che subito salta alla vista è già l'indice del programma, le cui voci sono: stato e cittadini; energia; informazione; economia; trasporti; salute; istruzione. punto. e il lavoro? chiedo ad un amico passato al comico urlante e mi viene detto "se vai sul sito vedi tutte le proposte che sono in via di cambiamento in base ai suggerimenti" e mi elenca una serie di proposte per il lavoro. ok ma se io, italiano medio, non mi prendo la briga di andare sul loro sito a commentare e mi limito a leggere il programma me lo chiedo... poi inizio a scorrere le "proposte". stato e cittadini. alcune cose apprezzabili finchè arrivo al quarto punto "abolizione lodo alfano"con una V vicino che sta per obbiettivo raggiunto. perfetto, ma se tu in parlamento non ci sei non lo hai ottenuto tu... voglio dire, in quanto partito non rappresentato in parlamento non c'eri tu a votare, puoi esserne felice ma non dirmi che lo ha ottenuto tu... ma andiamo avanti senza farci troppe domande... insegnamento ed esame obbligatorio per ogni rappresentante pubblico. ok, ma perchè? voglio dire, se sei in parlamento la dovresti conoscere, quanto meno una scorsa ce l'hai data e poi hai parecchia gente che ti dice che stai andando contro la carta fondamentale. comunque va bene vogliamo i nostri parlamentari tutti costituzionalisti. anche il sindaco di neirone. noi li vogliamo ferrati in materia. poi che non sappiano niente di economia nazionale non ci interessa. alcune riduzioni ed eliminazioni giuste sugli stipendi dei parlamentari. ancora tagli sul parlamento e poi arriviamo ad un punto non molto chiaro: patecipazione diretta via web ad ogni incontro pubblico da parte dei cittadini COME GIà AVVIENE per camera e senato. ora, a parte che la signora cesira della provincia di sassari magari non è molto ferrata con internet, ma soprattutto da rimembranze universitarie, articolo 55 Il Parlamento si compone della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica. che mi sembra non ci sia molto altro...e se già avviene, cosa dovrebbe dirmi questo punto del programma? va bene, ignoriamo anche questo, perchè volevamodiredipiù ma abbiamo finito lo spazio. tagli tagli tagli e poi  Referendum sia abrogativi che propositivi senza quorum e qua proprio non posso più ignorare i brividi lungo la schiena. posso tapparmi il naso un tot , posso far finta di niente, ma qua proprio mi blocco. perchè se hai fatto e passato l'esame sulla costituzione allora sai che l'articolo 75, paragrafo 4 dice che "La proposta soggetta a referendum è approvata se ha partecipato alla votazione la maggioranza degli aventi diritto, e se è raggiunta la maggioranza dei voti validamente espressi." la loro proposta, a parte cambiare la costituzione sulla quale hai dato l'esame per entrare in parlamento, in pratica significa che se si fa un referendum  che so, sull'abolizione dell'aborto ed è una domenica in cui va a votare il 20% degli italiani per le motivazioni più disparate, e votano si vuol dire che aboliamo l'aborto in base all'opinione di una piccola parte del popolo. ossia faranno un abrogazione che NON rappresenta la maggioranza degli italiani. se ci si pensa è agghiacciante. arriviamo poi al reparto energia, che è anche il più lungo del volantino. c'è una parte sul consumo e kyoto e poi arrivano le proposte. certificazione degli edifici, come nel resto d'europa, perfetto. compro casa so quanto consuma in media in energia. ok. poi arriviamo a "• Definizione della classe C della provincia di Bolzano come livello massimo di consumi per la concessione delle licenze edilizie relative sia alle nuove costruzioni, sia alle ristrutturazioni di edifici esistenti" perchè solo Bolzano? pagamento a consumo, tagli sullo spreco nel pubblico... e poi arriviamo alla parte "succulente" in cui la matematica, inizia a scricchilare: • Potenziamento e riduzione dell’impatto ambientale delle centrali termoelettriche esistenti • Incentivazione della produzione distribuita di energia elettrica con tecnologie che utilizzano le fonti fossili nei modi più efficienti, come la co-generazione diffusa di energia elettrica e calore, a partire dagli edifici più energivori: ospedali, centri com-merciali, industrie con processi che utilizzano calore tecnologico, centri sportivi ecc.• Incentivazione della produzione distribuita di energia termica con fonti rinnovabili, in particolare le biomasse vergini, in piccoli impianti finalizzati all’autoconsumo, con un controllo rigoroso del legno proveniente da raccolte differenziate ed esclu-dendo dagli incentivi la distribuzione a distanza del calore per la sua inefficienza e il suo impatto ambientale • Incentivazione della produzione di biogas dalla fermentazione anaerobica dei rifiuti organici. sono tutte idee che possono avere del fodnamento, non metto in dubbio questo. metto in dubbio i costi. ossia, tu stato 5 stelle, dove trovi i soldi? mi rispondi, dai tagli che ho fatto in parlamento. ok ma non ti bastano. siamo onesti, ristrutturare e rendere più efficenti le centrali che abbiamo non è che costa bruscolini... e poi hai tagliato l'irap (così mi dicono dire sul sito) per cui hai tolto un'entrata e immagino che ce ne saranno altri di tagli di quel genere, vuoi essere popolare è il minimo che puoi dire, facciamo finta per un momento che i soldi che recuperi ti bastino, però poi i soldi per il resto dove li prendi? tipo per la scuola e la sanità. tipo. e mi dici, tu grillino, "eh ma se togliamo i finanziamenti alla scuola privata i soldi per la scuola ci sono" si e la sanità? non sono proprio campi in cui puoi star li a lesinare, voglio dire vuoi cambiare radicalmente lo stato e fare che funzioni, idea base di chi va al governo quando cercano voti, ma poi nella pratica i soldi dove li prendi? 2+2 fa sempre 4 e se a te serve 6 il disavanzo dove lo prendi? poi si passa all'informazione. definendola, giustamente, uno dei fondamenti della democrazia. il primo punto cittadinanza per nascita e accesso alla rete gratuito per ogni cittadino. io che ho 30 anni penso, fico ma la signora cesira in provincia di sassari, che è vedova da 20 anni e già quando accnde la lampadina ha paura del progresso, cosa se ne fa? perchè ricordiamoci che siamo uno fra i paesi più vecchi d'europo la cui maggioranza del popolo non sa usare un computer.  che è il problema che si pone anche più avanti quando dicono di voler digitalizzare tutte le pratiche. perchè sempre la cesira, ce la vedo che va in comune a chiedere un certificato e le dicono ce deve andare sul sito... comunque andiamo avanti nel reparto informazione, abolizione dei contributi pubblici alle testate giornalistiche e ci aggiungo anche il punto, abolizione ordine giornalisti. il che si traduce in: chiunque può scrivere, tutti i giornalisti posso prendere la loro iscrizione e buttarla via, il grosso delle testate chiude, perchè parlaimoci chiaro, l'editoria quotidiana non è che sia in ottima acque, per cui gli stessi non più giornalisti sono per strada, perchè se io giornale sopravvissuto devo assumere qualcuno non prendo uno che mi costa di più perchè lo fa di lavoro, prendo il nipote della cesira che mi costa meno. per cui abbiamo un p di disoccupati in più, di cui non ci occupiamo perchè la parte lavoro noi sul programma non ce lo abbiamo messo, però gli garantiamo il sussidio, che dovrai pagare tu stato, non si sa bene come visto che quello che hai recuperato lo hai investito in altri luoghi e la coperta quella è la matematica non fa miracoli, ci aveva provato tremonti con la contabilità creativa, però la matematica lo aveva punito. copertura adsl a lvl territorio nazionale. lo hai già detto prima, perchè se garantisci l'accesso a internet a tutti gli italiani devi portarcela alla cesira la linea. e non è che non ti costa proprio niente... poi per la serie "evviva il libero mercato" arriviamo a "• Statalizzazione della dorsale telefonica, con il suo riacquisto a prezzo di costo da Telecom Italia, e l’impegno da parte dello Stato di fornire gli stessi servizi a prezzi competitivi ad ogni operatore telefonico", che tradotto vuol dire monopolio. che però è una parola che non ci piace, suona di dittatura, non lo scriviamo. il reparto economia lo ha scritto un mentecatto. senza offesa. io da elettore mi aspetto di trovare della proposte che incentivino la ripresa economica. invece trovo vieti, tagli e nessuna proposta che possa essere considerata concreta. "eh ma è il popolo che va sul sito e fa proposte" si ma solo quelli che sostengono il movimento. perchè un leghista che va sul loro sito a proporre non ce lo vedo e la cesira di ripresa economica non credo ne sappia molto. "• Riduzione del debito pubblico con forti interventi sui costi dello Stato con il taglio degli sprechi e con l’introduzione di nuove tecnologie per consentire al cittadino l’accesso alle informazioni e ai servizi senza bisogno di intermediari" lo hai già detto, nel primo capitolo, i tagli alo stato e hai già usato quei soldi per l'energia. "favorire la produzione locale" che se mantieni la promessa "fuori dall'euro (non in programma ma lo hai detto) mi ricorda molto la produzione di canapa di mussolini. perchè con la lira, non ci provi neanche a comprare una caramella fuori dallo stato. perchè sei rovinato. perchè svaluti la moneta per avvantaggiare l'esportazione. ok fico ma poi? il petrolio non lo compri in lire. l'energia neanche. per non parlare dei prodotti di uso comune che la cesira compra al negozio. perchè non siamo uno stato che può produrre tutto. mussolini ci aveva provato non gli era andata neanche malissimo ma sono passati più di 60 anni. come dire... sul capitolo trasporti mi soffermo solo sull'obbiettivo raggiunto: il fermo sullo  stretto di messina. torniamo che 1 non sei mai stato in parlamento, per cui, non c'entri e poi era una proposta talmente assurda che non ci ha creduto nessuno. uno lo dice "stretto di messina" e già ride. salute. parte ampia su i farmaci generici (che già i medici fanno), accesso per tutti, tetti di reddito che c'è già. comunque, arriviamo poi alla carriera medica. non scrivono che a 70 anni tu medico devi andare in pensione a forza e lasciare spazio ai giovani. no ti attacchi ai medici che fanno pubblico e privato. incentivi per restare nel pubblico. fico. vuol dire, detto terra terra, che fai fare una scelta ai tuoi medici. o pubblico o privato. che può essere moralmente giusto. però se io vado dal mio cardiologo, eccellenza nella mia città, che essendo bravo ha una lista nel pubblico lunga. sto male, vado in studio. pago la parcella mi visita, mi trova un problema e mi dice "venga in ospedale domani che opero subito". perfetto. togliendo questo si arriva a vado da un medico a caso nel pubblico che non conosco. oppure, vado dal mio medico fidato che mi fa la diagnosi e poi però, non lavorando lui nel pubblico, o vado in clinica, che non posso permettermi, o mi faccio aprire da uno sconosciuto. che magari è bravo, ma non è il mio medico. 
poi sempre nella salute, eliminiamo gli inceneritori. ottimo. e mentre le centrali energetiche stanno facendo i lavori per poter creare energia dalla spazzatura noi cosa ce ne facciamo? ne vendiamo di più alla germania mentre le compriamo l'energia creata dai nostri rifiuti aumentando le uscite? non  chiaro. ma si passa all'istruzione. CAPOSALDO di un popolo. campo che ci invidiavano in buona parte d'europa. è il capitolo più vago e corto di tutto il programma. primo punto abolizione della legge gelmini. fico, ma cosa mi proponi al suo posto? diffusione obbligatoria di internet nelle scuole. ottimo lo hai già detto, perchè se dai internet a tutti gli italiani i ragazzi ne fanno parte, hai parlato di nascita. quelli dell'erasmus, se la pagano. gli studenti che arrivano dall'estero con le famiglie di immigrati anche. facciamo un tesserino, un ghetto "quelli che non possono". insegnamento dell'inglese dall'asilo. fico. darwing no, continuiamo a non avercelo. abolizione legale del valore dei titoli di studio. quindi io, ragazzino svogliato che ho la terza media e ora dopo anni di lavoro in fabbrica decido di cambiar carriera, faccio domanda in banca come amministratore. non parla stranamente di nuove assunzioni, di pensionamenti per i docenti incartapecoriti. ma gli studenti universitari potranno giudicare i loro insegnanti. mmm e poi? ma soprattutto, a che scopo? sviluppo strutture di accoglienza degli studenti. che significa? ristrutturi le scuole e finalmente ci metti il riscaldamento? 
in tutto il programma, non parla di lavoro, pensioni, proposte per uscire dalla crisi, europa, tasse, assunzioni nella scuola, nonparla della legge fornero, in tutto il programma. grillo urla alle folle. fa leva sulla stanchezza del popolo ma non promette concretamente niente. perchè si sa in campagna elettorale tutto va bene e se ti mantieni sul vago raccogli più persone. grillo, che non è neanche il leader, per cui non può parlare a nome di un movimento che non rappresenta,  urla e presenta un programma vago, sommario, senza basi, senza aver fatto i conti e soprattutto, senza concretezza. fa demagogia. pura. e non si ci può aspettare molto di più da un comico. "eh ma lui riempie le piazze" si ma anche tiziano ferro le riempie. ha un pregio. quello gliene do atto. ha fatto in modo che non ci fossero guerriglie per strade. perchè ha incanalato e tenuto a bada la rabbia della gente. che è l'unica cosa reale in tutta la sua campagna. per cui si, a me il m5s fa paura, perchè se va al governo, sarà tutto tremendamente precario. perchè siamo in una democrazia e forse quello se l'è dimenticato nei suoi comizi, non una dittatura, per quanto la venda bene, per quanto usi belle parole, i suoi discorsi sanno un pò di monopolio.