5 settembre 2010

to do


ho passato una settimana da leone in gabbia... si si, insofferente... poi sono andata a Bergamo a trovare mia madre... ok forse la località non è fra le più ridenti e non ha migliorato lo stato d'animo però, si c'è un però come nelle migliori frasi ad effetto, mi ha fatto scoprire una cosina piccola piccola ma che ha smosso montagne intere... 
sono in un momento di stallo. o meglio, ho bisogno fisiologico di un cambiamento, devo uscire da questo torpore in cui mi sono ingolfata, per cui... come nelle migliori tradizioni... ho fatto una piccola lista di cose da fare, in un tempo si spera ragionevole, anche perchè per i miei standard mi sono "addormentata" per troppo tempo.
così, mi iscrivo finalmente a scuola guida, per la felicità di tanti amici che in questi anni non hanno fatto che ripetermi che è cosa buona e giusta e poi mia madre aspetta questo momento da quando ho compiuto 18 anni... e si in fondo a me piace tantissimo andare in macchina, per cui la patente mi sembra proprio una buona idea.
cosa da fare numero 2, tagliare i capelli. che per quanto mi piacciano così come sono, morbidi, lunghi e tutto il resto, sono 10 anni che non li accorcio ragionevolmente, per cui, visto che si parla di cambiare, passo in modalità "non più elastici" almeno finchè non ricrescono. in settimana si va dal fidato parrucchiere...
numero 3, trovare lavoro a Milano, in alternativa Torino ma non è che sia proprio entusiasta della seconda scelta. però ci vuole sempre un piano B, perchè non si sa mai. a Genova troppi ricordi, troope cose già viste, troppa pesantezza emotiva, troppo torpore, che intrinseco della città, perchè in fondo è una città rimasta ai tempi in cui era "la Superba" e non ha mai fatto troppo per portarsi al pari con i tempi. la scelta della città alternativa è stata fatta con un minimo di criterio, mia madre è nel nord italia, sono due snodi ferroviari per cui si arriva ovunque, sono due città che trovo vivaci da un punto di vista personale e poi Milano a me piace tantissimo.
numero 4, essere felice e sorridere decisamente di più...
Lista delle cose da fare, mi piace, mi trasmette entusiasmo il solo pensarci e non mi spaventa l'impegno che ci vorrà.
si avete letto bene nelle cose da fare non c'è "trovare un uomo, compagno di giochi". perchè quello non lo puoi mettere nella lista di cose da fare, puoi sperare di incontrarlo mentre sei li che spunti il tuo foglio. ma non puoi inserirlo nella lista, è una questione di pelle quella, di odori, di chimica. aggiungo un punto 5: non smettere mai di sperare...