19 settembre 2010

a volte ci sono film, che proprio ti piacciono!

non si può guardare un bel film e poi, appena finito, accendere la televisione. è una brutalità. un bel film è come un buon libro, ti rapisce, ti porta dentro la storia accompagnandoti per mano e ti ci culla. non ti puoi nascondere in un film come in un libro, però sicuramente riesci a staccarti dalla realtà ed entrare in una storia di cui sei solo spettatore. ed è bello, perchè ti emozioni, ti commuovi, ti stupisci, ridi, sorridi, piangi, provi comunque qualcosa immergendotici. bello. 
sono tanti i film che rivedo volentieri e che soprattutto, non mi stancano. non amo andare al cinema il venerdì o i sabato sera, troppa gente, adoro gli spettacoli pomeridiani, quelli dove la proiezione è quasi privata da quanta poca gente c'è. anche se me lo gusto con più piacere fra le mura domestiche. 
il piacere delle piccole cose, guardare un film. 
e poi sono buffa, mi commuovo, non per i film "sentimentali", ma per quelli che reputo, delicati. la certezza dell'umido sulle guance ce l'ho con "ogni cosa è illuminata". quello è matematico. eppure ogni volta che lo riguardo arrivo sempre verso la fine con la certezza che "no questa volta no" ed invece... poi ci sono i film di Chaplin, in cui rifuggo nelle serate invernali, quelle vicine a Natale. che visti da sola sono la morte dello spirito natalizio per far spazio ad una malinconia e una tristezza unica. però mi piacciono, il muto prima, il sonoro dopo, il bianco e nero sempre, piccole cose che fanno sorridere. ogni volta che li guardo penso sempre a come doveva sembrare magico a chi li ha visti nella loro prima visione. voglio dire, non si era mai visto niente di simile. immagini in movimento. e poi la musica in sala, adulti e bambini tutti con gli occhi sgranati... un pò come quelli che hanno fatto un viaggio su i primi treni... stupiti... woody allen, parte prima, perchè, un pò come battiato, ad un certo punto si è un pò perso... ha anche una certa età, però... Manhattan, io e annie, amore e guerra, mamma mia quanto mi piacciono. si ride, si riflette e poi si guarda il tutto con occhi diversi. storia di noi due, quello lo rivedo spesso. meraviglioso, nella sua semplicità "come faccio a dire josh ha il tuo naso a uno che non c'entra niente?". vedetelo, lo consiglio sempre e lo riguardo tanto. quando sono triste, quando mi sento sola, quando si chiude una relazione. ogni occasione. e poi terra e libertà, un altro film che guardo quando ho voglia di piangere e proprio non ci riesco. quando perdo un pò la sicurezza sulle mie capacità, guardo elizabeth, è un pò come quando rileggo l'amleto, riequilibra i piatti della bilancia...
il film di stasera, invece, mi ha lasciato un bel sorriso, un film tenero per i miei standard, no non nel senso  di grande storia d'amore, quella è decisamente marginale, un cammeo, è il modo in cui hanno raccontato la storia che trovo tenero. si i film in i personaggi perdono se stessi per ritrovarsi mi piacciono. oddio c'è un film romantico che mi fa piangere! fur! come dimenticarlo! e poi mi piacciono i film di nicchia, queli che devi correre al cinema appena escono perchè se no non sai se il giorno dopo ci sono ancora! ho due campioni in questa categoria, che sono alegria, visto per ben tutti e tre giorni di proiezione e in sala avremmo si e no ottenuto un 15 persone in totale e lezione 21, che mi ha stregato, commosso, "potreste immaginare una solitudine peggiore?" quando l'insegnante prova a far capire ai suoi studenti cosa rappresentasse la sordità per Beethoven. bello, surreale.
ecco questo doveva essere un'altra cosa ed invece si è trasformato in elenco con postille dei film che preferisco e non ci sono neanche tutti... non ci riesco proprio ad iniziare con un argomento e portarlo avanti per tutto il post quando scrivo a ruota libera... uff...
non mi resta che prendere un altro dvd dalla pila oddio pila mi sembra un termine un pò fuori luogo, ho una piccola succursale di una videoteca se guardo bene... quando ho lasciato Antonello, un uomo con cui ho condiviso 5 anni e una casa molto piccola, i dvd iniziavano a prendere piede e così, nella casa nuova, da sola, una sera mi sono messa li a fare una lunga lista di dvd che non potevano mancare. erano un centinaio. gli irrinunciabili, avevo chiamato quell'elenco così... quando ho visto il numero, mi sono un pò spaventata, perchè pensavo che ci avrei messo anni a metterli insieme tutti... quasi 10 anni dopo, ne ho sette volte tanti e non è stato poi così complicato riunirli... anzi, fin troppo facile... soprattutto da quando esistono quei malefici negozi in cui entri per un libro ed esci con sacchetti di volumi e dvd... comunque, tralasciando lo shopping selvaggio che faccio da donna quale sono. ero rimasta? ah si, un film e via verso l'addormentarsi in compagnia di una voce narrante sullo sfondo... a volte il letto non sembra così grande...